Islanda del Sud: i fiordi orientali

Un itinerario alla scoperta dei fiordi orientali da fare in due giorni!

TAPPA 1 :

  • Ghiacciaio di Vatnajokull
  • Laguna glaciale di Jökulsárlón
  • Höfn



Questa zona dell’isola ospita il più grande ghiacciaio d’Europa, il Vatnajokull: all’interno del Parco Nazionale di Skaftafell, il ghiacciaio ha una superficie di oltre 8400 kilometri quadrati. Dal centro informazioni del parco, accompagnati da una guida, abbiamo partecipato ad un’escursione di gruppo con ramponi, picozza e funi per la nostra prima salita su un ghiacciaio. Per i meno coraggiosi (e per chi ha un budget più ridotto), un sentiero breve raggiunge le cascate di Svartifoss e Hundafoss.

Il gioco di luci, le sfumature di blu, il paesaggio polare: la laguna di Jökulsárlón vale il viaggio in Islanda, soprattutto a fine giornata, quando gli iceberg si ribaltano e regalano uno spettacolo della natura grazie ai colori dei blocchi di ghiaccio.


La giornata si conclude a Höfn, principale porto del paese per la pesca degli scampi: ovviamente non potevamo farci sfuggire quest’occasione unica per assaggiare
Abbiamo cenato al Kaffi Hornið con le specialità tipiche, zuppa e sandwich agli scampi

TAPPA 2:

  • Djúpivogur e l’installazione di arte contemporanea Eggin ì Gledivìk
  • Azienda agricola Vallanes
  • Fiordi orientali
  • Seyðisfjörður